DETTAGLI DIMENTICATI?

08 maggio 2021- NWS ha rilevato un gigantesco chicco di grandine caduto a Hondo, in Texas, il 28 aprile. Il chicco misura 6,4 pollici di diametro (16,256 cm). Il chicco è stato sottoposto al comitato statale per le condizioni climatiche estreme, che avrà il compito di verificare e determinare quali record sono stati abbattuti.

AMPRO: WAM Primavera 2021

WAM edizione Primavera 2021 PROGRAMMA del 22 maggio  2021 ore 10:00 – 11:00 Dott.ssa Marina Baldi  – Ricercatrice presso Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per la BioEconomia (CNR-IBE) Grandine Argomenti trattati: – Tipi di precipitazione: pioggia, grandine, neve – Meccanismi di formazione della grandine – Gli eventi grandinigeni: Osservazioni, Reti di misura, Caratterizzazione –
07 maggio 2021 – Intervista al tenente colonnello Alessandro Fuccello, ospite stamani della Scuola militare aeronautica Giulio Douhet: link
26 aprile 2021 – Nei 35 anni successivi al disastro di Chernobyl, la meteorologia è diventata una parte importante della prevenzione delle crisi. Lo ZAMG austriaco è uno dei dieci centri regionali al mondo dell’Organizzazione meteorologica mondiale per il calcolo dello spostamento delle nuvole di inquinanti. I compiti saranno ampliati a partire da giugno 2021:
  2o aprile 2021 – Martedì 20 aprile, presso l’Aeroporto Militare “Mario de Bernardi” di Pratica di Mare, si è svolta la cerimonia di avvicendamento al comando del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica (CNMCA) tra il Colonnello Leonardo Musmanno, Direttore uscente, ed il Colonnello Daniele Gaboli, subentrante: link

ECMWF: newsletter di primavera

26 aprile 2021 – E’ disponibile la newsletter di ECMWF di primavera: link
26 aprile 2021 – Nel 2013, Tim Samaras è morto in una delle epiche tempeste che aveva inseguito per decenni. Un nuovo libro racconta i suoi ultimi giorni strazianti: link
  26 aprile 2021 – Linee guida per la progettazione, rimodulazione, messa a norma e certificazione delle stazioni e delle reti di monitoraggio meteorologico e climatologico al suolo(in situ): link

MTI: la newsletter di aprile 2021

26 aprile 2021 – On line la newsletter di Meteorological Tecnology International: link
21 aprile 2021 – Grazie ai nuovi dati resi disponibili dalle ultime campagne satellitari è ora possibile osservare i cambiamenti nella copertura di neve e vegetazione associati al climate change e come essi abbiano modificato la quantità di radiazione solare riflessa localmente dalle superfici continentali (effetto di retroazione locale su riscaldamento climatico): download
19 aprile 2021 –Lunedì 19 aprile il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres e il Segretario generale dell’Organizzazione meteorologica mondiale, Prof.Petteri Taalas, lanceranno congiuntamente il rapporto finale sullo stato del clima globale nel 2020: link
16 aprile 2021 – La Parthenope consegnerà lunedì 19 aprile i primi attestati di Meteorologo a due studenti che si laureano in ‘Scienze e Tecnologie della Navigazione’. Un risultato molto atteso poiché nessuna università del mezzogiorno d’Italia può formare meteorologi: fino ad oggi il percorso per gli studenti che desideravano conseguire tale specializzazione prevedeva il
  15 aprile 2021 – L’obiettivo principale di questo pacchetto di lavoro è fornire una sintesi dei principali impatti e rischi dei cambiamenti climatici che interessano l’attività agricola nel sistema Muzza, in Lombardia (Italia), affrontando il divario tra gli scenari di scarsità d’acqua e di domanda idrica ed esplorandone impatto sul nesso acqua-energia-cibo: link
11 aprile 2021 – Laurea in Fisica è diventato un volto noto della TV ma fa una vita di sacrifici: “Per strada mi chiedono che tempo farà prima di salutarmi”: link
11 aprile 2021 – Un’irruzione di aria artica marittima di inconsueta intensità per il periodo ha raggiunto l’Italia tra il 6 e l’8 aprile 2021, in parte scavalcando le Alpi sotto forma di venti di foehn, in parte aggirandole e presentandosi come gelida bora sull’Adriatico, e maestrale e tramontana sui versanti liguri-tirrenici: link Analisi Eumetrain.

CNR: Le isole (di calore) di Firenze

10 aprile 2021 – L’isola di calore urbana è un fenomeno di anomalia termica che risulta nella differenza positiva di temperatura tra città e zone rurali circostanti ed è originata da molteplici fattori, in particolare dalla modifica antropica del territorio e dalle varie attività umane: link

NEC

ARTICOLI IMPORTANTI SEGNALATI

TORNA SU