DETTAGLI DIMENTICATI?

06 mayo 2024 – Dati meteoclimatici ed idrologici è una rilevazione corrente dell’Istat (inserita nel Programma Statistico Nazionale codice IST-02190) che ha come principale obiettivo l’aggiornamento annuale di una Banca Dati Meteo relazionale-geografica di variabili meteoclimatiche ed idrologiche, rilevate presso Enti Gestori di reti di stazioni termo-pluviometriche presenti nel territorio nazionale. Grazie alla collaborazione con
30 aprile 2024 – AMPRO ha organizzato, presso la sede della CAE in Bologna, il 32° modulo del Secondo Corso per Tecnico Meteorologico (TM); erano presenti all’evento quasi tutti i corsisti iscritti al corso TM più alcuni accompagnatori che hanno seguito durante la mattinata le relazioni tenute dal personale tecnico della CAE sulla realizzazione e
24 aprile 2024 – La primavera è per sua natura una stagione di vivace variabilità termica, ma in Europa è da considerarsi memorabile il brusco passaggio dal caldo eccezionale della prima metà di aprile 2024 al successivo episodio di freddo e neve a bassa quota: link
15 aprile 2024 – “Rivista di Meteorologia Aeronautica”, il periodico fondato nel 1937 che affronta le diverse tematiche connesse al mondo della meteorologia, torna alla carta con una presenza rinnovata, graficamente nuova e accattivante. A partire dal mese di aprile infatti, a cadenza trimestrale, oltre che in abbonamento, la Rivista sarà, per la prima volta,
11 aprile 2024 – Le aree del Mar Mediterraneo interessate dalla formazione dei fenomeni naturali noti come uragani mediterranei o “Medicane” (dalla fusione dei termini inglesi MEDIterranean e hurriCANE) sono caratterizzate da una sensibile diminuzione di temperatura della superficie del mare qualche giorno prima della genesi di questi eventi estremi. Lo rivela uno studio coordinato
04 aprile 2024 – Erano gli anni dei pionieri della trasmissione via radio, gli anni in cui si susseguono con frequenza quasi giornaliera i progressi e le novità tecnologiche nel settore delle telecomunicazioni. Il telegrafo e il codice Morse stavano cedendo il passo alle trasmissioni senza fili, alla possibilità di far viaggiare il suono in
04 aprile 2024 – Da metà febbraio 2024 lo schema di circolazione atmosferica prevalente a scala europea è radicalmente cambiato. Dopo una prima parte di inverno complessivamente avara di precipitazioni, depressioni atlantiche sull’Ovest europeo hanno inviato ripetuti sistemi frontali associati a venti umidi con direzione di provenienza al suolo tra Sud-Ovest, Sud e Sud-Est, situazioni
03 aprile 2024 – La Laurea Magistrale in Atmospheric Science and Technology for Meteorology and Climate (LMAST4MC) è stata presentata anche alla celebrazione della Giornata Mondiale della Meteorologia tenutasi all’Università Sapienza il 23 marzo 2024: link
  I Seminari di AMPRO PROGRAMMA del 8 giugno  2024 ore 10:00 – 13:00 Prof. Cristiano Corte – Fotografo professionista e docente per oltre dieci anni presso lo IED (Istituto Europeo del Design) di Venezia Tecniche, pose e trucchi per uno scatto “stratosferico” ore 10:00 – 13:00 Test di verifica NON PREVISTO Luogo, Tempi, Durata
WAM edizione Primavera 2024 PROGRAMMA del 18 maggio  2024 Dott. ssa Virginia Poli Il radar meteorologico: uso operativo nel monitoraggio e nella previsione Argomenti trattati: 10:00 – 12:40 • Il radar meteorologico: funzionamento • La riflettività radar• Problemi della misura radar • Uso del radar nel monitoraggio: – stima della precipitazione – caratterizzazione dei fenomeni (micro
02 aprile 2024 – A partire da lunedì 25 marzo fino al lunedì in albis una parte consistente del territorio italiano è stato interessato da un importante afflusso di polveri provenienti dal Sahara, in corrispondenza del quale molte stazioni di monitoraggio del Snpa hanno rilevato concentrazioni elevate di particolato atmosferico: link
29 marzo 2024 – Da almeno un paio di giorni il cielo di numerose città italiane si tinge di giallo. Dalla Sicilia alla Campania, oggi anche in Toscana ed Emilia-Romagna, la sabbia del Sahara viene sospinta sulla Penisola dai venti di Scirocco. Il tecnico meteorologo Mattia Gussoni spiega il fenomeno all’Adnkronos: «È in arrivo un
28 marzo 2024 – Dal 2017 l’Università di Messina e l’Aeronautica Militare il 23 Marzo di ogni anno celebrano congiuntamente la Giornata Meteorologica Mondiale (GMM), istituita per ricordare la costituzione, in seno all’ONU, dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (23 marzo 1950). Il tema scelto su scala internazionale per l’edizione 2024 è in prima linea nell’azione per il

NEC

ARTICOLI IMPORTANTI SEGNALATI

TORNA SU