DETTAGLI DIMENTICATI?

02/02/2022 – Pubblicato su Nature Communications lo studio condotto da due ricercatrici ISAC di Bologna (Claudia Simolo e Susanna Corti) che fornisce nuovi elementi per comprendere il complesso comportamento degli eventi estremi nel clima presente e futuro, evidenziando i fattori chiave responsabili della loro intensificazione. La ricerca individua nella variabilità della temperatura un fattore chiave
4 gennaio 2023 – Il periodo natalizio 2022-23, tra fine dicembre e inizio gennaio, è stato contraddistinto da importanti episodi di temperature estreme negli Stati Uniti in Europa. Nei giorni immediatamente precedenti il Natale un’intensa (benché breve) ondata di freddo accompagnata da venti tempestosi e bufere di neve ha investito gli Stati Uniti centro-orientali, seguita
31 gennaio 2023 – È in corso di svolgimento a L’Aquila una campagna sperimentale, la prima del suo genere in Italia, per la realizzazione di misure innovative per lo studio dell’evoluzione delle nubi, dalla genesi fino agli stadi precipitativi. Questa attività è stata possibile grazie ad una solida collaborazione tra l’Osservatorio Atmosferico del Centro di

AMPRO: in memoria di Michele Colacino

25 gennaio 2023 – Ieri è venuto a mancare il dott Michele Colacino. Appassionato ricercatore in Scienze dell’Atmosfera, materia nella quale si era specializzato dopo la laurea in Fisica conseguita presso la Università di Roma La Sapienza, ed ha sempre avuto a cuore la ricerca nelle scienze dell’atmosfera facendo conoscere e promuovendo l’attività della comunità
12 gennaio 2023 – Gli ultimi otto anni sono stati i più caldi mai registrati a livello globale, alimentati da concentrazioni di gas serra in costante aumento e calore accumulato, secondo sei importanti set di dati di temperatura internazionali consolidati dall’Organizzazione meteorologica mondiale: link
12 gennaio 2023 – Ormai da mesi lo si immaginava e temeva: il 2022 è entrato nella storia della climatologia italiana ed europea come un anno tra i più estremi mai registrati in termini di caldo e deficit di precipitazioni, e in particolare in Italia si è rivelato il più caldo e siccitoso nella serie
12 gennaio 2023 – Presso il Centro Tecnico per la Meteorologia (CTM) di Vigna di Valle, si è tenuto un workshop per illustrare le attività che verranno sviluppate nel corso dell’anno 2023 relativamente al Centro di Eccellenza (CdE) “Benedetto Castelli” per lo studio dell’intensità delle precipitazioni. Il CdE nasce da una collaborazione tra l’Aeronautica Militare
18 gennaio 2023 – “L’emergenza climatica al tempo del digitale. Clima, economia e società”, è il titolo del 4° Quaderno di Meteorologia Aperta, il progetto editoriale di Radarmeteo e Hypermeteo che prevede l’uscita di pubblicazioni periodiche a carattere divulgativo, per un approfondimento nel campo della meteorologia, con uno sguardo rivolto alle innovazioni del settore e
6 gennaio 2023 – Le temperature medie globali dell’anno appena terminato, secondo quanto risulta dalle analisi preliminari sui dati della NOAA/NCEP e di altri database climatici, collocano il 2022 al quarto-sesto posto nella speciale classifica degli anni più caldi, in cui il 2016 rimane saldamente primo. L’anomalia registrata si assesta intorno ai tre decimi di
03 dicembre 2023 – Lo strato di ozono è sulla buona strada per riprendersi entro quattro decenni, e l’eliminazione globale delle sostanze chimiche che danneggiano lo strato di ozono ha già portato benefici agli sforzi per mitigare il cambiamento climatico. È questa la conclusione di un gruppo di esperti sostenuti dalle Nazioni Unite, presentata oggi
28 dicembre 2022 – I/la rappresentante delle associazioni ambientaliste hanno risposto ad alcune domande su come affrontare e contrastare il cambiamento climatico e sul tema legato alla produzione di energia al fine di renderci più autonomi energeticamente. Il 20 dicembre 2022, presso la sede della Direzione generale di ARPAT, a Firenze, si è tenuta una
30 dicembre 2022 – Confederazione Italiana Agricoltori Toscana, Coldiretti Toscana e Confagricoltura partecipano alla tavola rotonda su cambiamento climatico e transizione ecologica facendo il punto sugli effetti del cambiamento del clima sull’agricoltura e sulla produzione di energia. Interventi dei rappresentanti del mondo agricolo alla tavola rotonda su transizione ecologica e cambiamento climatico. Con gli interventi
02 dicembre 2022  – Nei giorni 30 novembre e 1 – 2 dicembre ha avuto luogo a Roma il Workshop dal titolo “On Climate Change And Extreme Weather Events: Support For Aero-Naval Operations In The Mediterranean Basin“, organizzato dal Centro Nazionale per la Meteorologia e la Climatologia Aerospaziale (CNMCA) su mandato dello Stato Maggiore dell’Aeronautica
03/01/2022 – Giunti ormai all’inizio del nuovo anno è già tempo per formulare le prime valutazioni sul meteo dell’intero 2022. I dati rilevati dall’osservatorio meteo dell’Arpa FVG parlano chiaro: un anno caratterizzato da temperature dell’aria e del mare più alte rispetto alla norma, da piogge quasi ovunque inferiori del 30-50%, alcuni eventi di rilievo soprattutto
28 dicembre 2022 – Dopo gli interventi del Direttore generale di Arpa Toscana, Pietro Rubellini, e del Direttore tecnico, Marcello Mossa Verre, riportiamo il contributo alla tavola rotonda su cambiamento climatico e transizione ecologica offerto dal rappresentante delle tre sigle sindacali Cgil-Cisl-Uil, Simone Porzio, e da quello di Confindustria Toscana, Tiziano Pieretti: link
28 dicembre 2022 – Vedi qui il video della presentazione: link

NEC

ARTICOLI IMPORTANTI SEGNALATI

TORNA SU